Mon - Sat 8.00/18.00

Program (3 ore)

  • 1

    Campo dei Fiori

  • 2

    Terme di Caracalla

  • 3

    Porta di San Sebastiano e Mura Aureliane

  • 4

    Catacombe di San Callisto

  • 5

    Circo di Massenzio

  • 6

    Tomba di Cecilia Metella

  • 7

    Campo dei Fiori

La Via Appia rappresenta una tra le vie più antiche, suggestive e ricche di storia di Roma.
Proprio per questo motivo noi di Leading Roma abbiamo deciso di organizzare un bike tour dedicato alle meraviglie nascoste in questa strada che collega alcuni tra i posti più belli di tutta la storia della Roma antica.

Le Tappe del Tour

Il nostro bike tour inizierà alla scoperta delle Terme di Caracalla, in quello che forse era il più grandioso complesso termale dell’antica Roma. Situate nelle vicinanze del tratto iniziale della Via Appia, le Terme di Caracalla hanno conservato gran parte della struttura originaria, datata 306 d.C., e oggi attirano centinaia di migliaia di turisti ogni anno in quanto sede di un museo e location di numerosi spettacoli, soprattutto nel periodo estivo.
Subito dopo le Terme di Caracalla, visiteremo Porta San Sebastiano, una delle più belle, e maggiormente conservate, porte della cinta muraria Aureliana.
Costruita intorno al 275, deve il suo nome alla vicinanza delle catacombe di San Sabastiano, appunto.
Successivamente alla Porta, ci soffermeremo proprio sulle Mura Aureliane.
Le Mura Aureliane sono considerate la più grande difesa che l’impero romano possedeva contro le razzie dei barbari.
Costruite per volere dell’imperatore Aureliano nel 270 circa, oggi possiamo ancora osservarle in tutto il loro splendore, nonostante il passare degli anni ed i numerosi interventi subiti.
La loro lunghezza originale era di 19 km, ad oggi ne restano circa 12,5 km.
Le Mura Aureliane sono tra le cinte murarie più lunghe e meglio conservate di tutto il mondo.
La quarta tappa del nostro tour sarà la Via Appia Antica.
L’Appia era considerata la regina tra le strade dell’antica Roma, collegava la Capitale a Brindisium, l’attuale Brindisi, sede di quello che forse era il porto principale in epoca antica, soprattutto per il commercio verso l’Oriente.
La sua costruzione iniziò nel 312 a.C. per volere del censore Appio Claudio Cieco e ancora oggi è ritenuta una delle più grandi opere di ingegneria del mondo antico.
Alcuni tratti, che oggi si trovano nella periferia romana, sono ancora percorribili meta degli appassionati di archeologia di tutto il mondo.

Tra la Via Appia Antica e la Via Ardeatina troveremo le Catacombe di San Callisto, comprese in un’area di circa 30 ettari.
Le Catacombe di San Callisto sono considerate il primo vero e proprio cimitero della Comunità di Roma.
La loro creazione risale alla fine del II secolo e il loro nome deriva dal diacono Callisto, la persona incaricata dal Papa per amministrarle.
Fu proprio qui trovarono sepoltura oltre 50 martiri e ben 16 pontefici.

Ci sposteremo poi verso il terzo miglio della Via Appia Antica, dove trova luogo il Circo di Massenzio.
Conosciuto anche come circo di Romolo, il circo di Massenzio fu costruito intorno al 311, e venne situato nei pressi della villa di Massenzio e del Mausoleo del figlio Valerio Romolo.
Oggi rimangono poche tracce della costruzione, quello che sappiamo però è che era largo 92 metri e poteva ospitare un massimo di 10mila persone, 15 volte meno del Circo Massimo.
Poco distante dal circo di Massenzio si trova la Tomba di Cecilia Metella. Inclusa nel circuito museale della terme di Caracalla e Villa dei Quintili, la Tomba di Cecilia Metella è oggi sede di un museo.
Di Cecilia Metella non si hanno molte notizie personali; sul mausoleo sono riportate scene di guerra e un’epigrafe per celebrare il nome della famiglia. Era interamente rivestito di travertino con forse una cupola in cima, oggi andata distrutta.

Da questo punto La Via Appia si dirige verso le splendide colline dei Castelli Romani, punteggiata di antiche testimonianze di un lontano passato. La nostra versione estesa ci portyerà fino a Villa dei Quintilii per altri 5 km. Inizia ora per questa versione invece il ritorno al nostro punto di partenza.

From this point the Appian Way  heads to the countryside towards the Castelli Romani hills, spread with ancient ruins. Check out our extended edition of the Appia tour. Keep on going may be demanding for not fit cyclists or children so we are now ready to go back to our starting point ending our Appia Antica bike tour.

Scegliete di scoprire le meraviglie nascoste della Città Eterna con noi di Leading Roma, per bike tours, e a piedi, che vi faranno conoscere ed ammirare le parti più belle e suggestive della città, senza lasciare nulla al caso.

 

Tour correlati